Corsi / In Evidenza

ECM24: Rischi Specifici nei Luoghi di lavoro

ECM24: Rischi Specifici nei Luoghi di lavoro

ECM24: Rischi Specifici nei Luoghi di lavoro

20 ore 30 Crediti

(Accreditato per varie figure compreso Medici del Lavoro)
Scadenza corso: 31/12/2016
costo in € 110 + IVA = € 134,20

1.  PERIODO DI EROGAZIONE DEL CORSO

Le iscrizioni sono aperte il corso è fruibile da:

Edizione 0 (69-128003) dal 15/05/2015 al 14/05/2016

Edizione 1 (69-160553) dal 19/05/2015 al 31/12/2016

2. OBIETTIVI 

Formare ed aggiornare il personale socio sanitario sull’analisi dei rischi e sulle tecniche di controllo negli ambienti di lavoro

OBIETTIVI ECM DA INDICARE PER IL DOSSIER FORMATIVO

Obiettivi formativi tecnico-professionali

sicurezza negli ambienti e nei luoghi di lavoro e patologie correlate (27)

3. DESTINATARI

Il corso nasce per le esigenze specifiche di agggiornamento dei Medici del Lavoro , ma le problematiche trattate sono tali per cui l’accreditamento è stato allargato ai vari operatori della sanità potenzialmente esposti ai rischi descritti all’interno del programma del corso pertanto il corso è accreditato per:

Medici (tutti, compreso i Medici del lavoro)

Professione Discipline
VETERINARIO IGIENE DEGLI ALLEVAMENTI E DELLE PRODUZIONI ZOOTECNICHE; IGIENE PROD., TRASF., COMMERCIAL., CONSERV. E TRAS. ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE E DERIVATI; SANITÀ ANIMALE;
FARMACISTA FARMACIA OSPEDALIERA; FARMACIA TERRITORIALE;
BIOLOGO BIOLOGO;
TECNICO SANITARIO LABORATORIO BIOMEDICO TECNICO SANITARIO LABORATORIO BIOMEDICO;
TECNICO SANITARIO DI RADIOLOGIA MEDICA TECNICO SANITARIO DI RADIOLOGIA MEDICA;
FISICO FISICA SANITARIA;
MEDICO CHIRURGO ALLERGOLOGIA ED IMMUNOLOGIA CLINICA; ANATOMIA PATOLOGICA; ANESTESIA E RIANIMAZIONE; ANGIOLOGIA; AUDIOLOGIA E FONIATRIA; BIOCHIMICA CLINICA; CARDIOCHIRURGIA; CARDIOLOGIA; CHIRURGIA GENERALE; CHIRURGIA MAXILLO-FACCIALE; CHIRURGIA PEDIATRICA; CHIRURGIA PLASTICA E RICOSTRUTTIVA; CHIRURGIA TORACICA; CHIRURGIA VASCOLARE; CONTINUITÀ ASSISTENZIALE; CURE PALLIATIVE; DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA; DIREZIONE MEDICA DI PRESIDIO OSPEDALIERO; EMATOLOGIA; ENDOCRINOLOGIA; EPIDEMIOLOGIA; FARMACOLOGIA E TOSSICOLOGIA CLINICA; GASTROENTEROLOGIA; GENETICA MEDICA; GERIATRIA; GINECOLOGIA E OSTETRICIA; IGIENE DEGLI ALIMENTI E DELLA NUTRIZIONE; IGIENE, EPIDEMIOLOGIA E SANITÀ PUBBLICA; LABORATORIO DI GENETICA MEDICA; MALATTIE DELL’APPARATO RESPIRATORIO; MALATTIE INFETTIVE; MALATTIE METABOLICHE E DIABETOLOGIA; MEDICINA AERONAUTICA E SPAZIALE; MEDICINA DEL LAVORO E SICUREZZA DEGLI AMBIENTI DI LAVORO; MEDICINA DELLO SPORT; MEDICINA DI COMUNITÀ; MEDICINA E CHIRURGIA DI ACCETTAZIONE E DI URGENZA; MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE; MEDICINA GENERALE (MEDICI DI FAMIGLIA); MEDICINA INTERNA; MEDICINA LEGALE; MEDICINA NUCLEARE; MEDICINA TERMALE; MEDICINA TRASFUSIONALE; MICROBIOLOGIA E VIROLOGIA; NEFROLOGIA; NEONATOLOGIA; NEUROCHIRURGIA; NEUROFISIOPATOLOGIA; NEUROLOGIA; NEUROPSICHIATRIA INFANTILE; NEURORADIOLOGIA; OFTALMOLOGIA; ONCOLOGIA; ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI SANITARI DI BASE; ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA; OTORINOLARINGOIATRIA; PATOLOGIA CLINICA (LABORATORIO DI ANALISI CHIMICO-CLINICHE E MICROBIOLOGIA); PEDIATRIA; PEDIATRIA (PEDIATRI DI LIBERA SCELTA); PSICHIATRIA; PSICOTERAPIA; RADIODIAGNOSTICA; RADIOTERAPIA; REUMATOLOGIA; SCIENZA DELL’ALIMENTAZIONE E DIETETICA; UROLOGIA;
ASSISTENTE SANITARIO ASSISTENTE SANITARIO;
ODONTOIATRA ODONTOIATRIA;
CHIMICO CHIMICA ANALITICA;
INFERMIERE INFERMIERE;
TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL’AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL’AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO;
IGIENISTA DENTALE IGIENISTA DENTALE;

4. PROGRAMMA COMPLESSIVO

Il Programma è suddiviso in 20 lezioni la cui durata complessiva copre complessivamente 20 ore di lezione in modalità FAD. Inoltre sono state aggiunti dei documenti di approfondimento per chi volesse ulteriormente approfondire le materie trattate nelle singole lezioni.

Lezione 1: La corrente elettrica e i suoi effetti sul corpo umano

La corrente elettrica; Elettrocuzione (scossa elettrica); La corrente elettrica ed il corpo umano: Tetanizzazione, Arresto della respirazione, Fibrillazione ventricolare, Ustioni

Lezione 2: Il rischio elettrico

Il rischio elettrico; Contatto diretto; Contatto indiretto; Arco elettrico; Incendi di origine elettrica; Le sovracorrenti negli impianti; Dispersioni e correnti di guasto a terra; Cattivi contatti; Guasti nelle apparecchiature;

Lezione 3: Prevenzione e gestione delle emergenze

Protezione contro i contatti diretti: Protezioni Totali, Protezioni Parziali, Interruttore differenziale; Protezioni contro i contatti indiretti: Protezioni con e senza interruzione automatica del circuito, I locali o gli ambienti isolanti; misure protettive; Comportamenti in caso di emergenza; Alcune semplici misure preventive; I Consigli IMQ per la sicurezza

Lezione 4: Il rischio elettrico e D.Lgs 81/08

Il rischio elettrico: riferimenti normativi: Obblighi del datore di lavoro, valutazione dei rischi elettici, Requisiti di sicurezza, Lavori sotto tensione, Lavori in prossimità di parti attive, Valori delle tensioni nominali di esercizio delle macchine ed impianti elettrici, Protezioni dai fulmini,  Protezione di edifici, impianti strutture ed attrezzature, Verifiche e controlli.

Lezione 5: La normativa sugli impianti elettrici

La normativa tecnica sugli impianti elettrici; Il DM 37/08: classificazione degli impianti, imprese abilitate, progettazione realizzazione e installazione  degli impianti elettrici,  Dichiarazione di conformità, istruzione dell’impianto elettrico.

La normativa sugli impianti di terra: la norma CEI 64-8; funzioni dell’impianto di messa a terra; la famiglia delle norme CEI

Lezione 6: Il rischio meccanico

Il rischio meccanico; Pericoli di natura meccanica; macchine e rischi associati: Meccanici, Elettrici e da radiazioni, Termici, da rumore, da vibrazioni, Da prodotti e materiali in lavorazione, dall’inosservanza dei principi ergonomici, altri pericoli legati alle macchine;

Lezione 7: Attrezzature e D.Lgs. 81/08

Attrezzature e D.Lgs. 81/08: requisiti di sicurezza, obblighi del datore di lavoro,  obblighi dei noleggiatori e dei concedenti in uso,  informazione e formazione.

Lezione 8: La sicurezza delle macchine

La nuova Direttiva Macchine (2006/42/CE): definizioni, Campo di applicazione, Contenuti della direttiva, Obblighi del costruttore, Marcature CE.

Lezione 9: Norme generali di protezioni delle Macchine

Norme generali di protezioni delle Macchine: protezioni, dispositivi di comando; Comportamenti dell’operatore alle macchine: esempi e casi pratici.

Lezione 10: Cadute dall’alto

Lavori con rischio di caduta dall’alto; Analisi del rischio di caduta dall’alto; Tipologie di rischi; Riduzione dei rischi; Metodologia di individuazione, eliminazione e riduzione dei rischi professionali specifici; Classificazione dei dispositivi di protezione individuali anticaduta;

Lezione 11: Sistemi di protezione anticaduta: termini e definizioni

Termini e definizione dei sistemi di protezione anticaduta; Cadute dall’alto e D.Lgs 81/08: Obblighi del datore di lavoro nell’uso di attrezzature per lavori in quota, Sistemi di protezione contro le cadute dall’alto, Norme tecniche europee

Lezione 12: Sistemi di arresto caduta

Sistema di arresto caduta con dispositivo anticaduta di tipo guidato comprendente una linea di ancoraggio rigida; Sistema di arresto caduta con dispositivo anticaduta di tipo guidato comprendente una linea di ancoraggio flessibile; Sistema di arresto caduta di tipo retrattile vincolato ad un punto di ancoraggio fisso; Sistema di arresto caduta costituito da una imbracatura per il corpo, un assorbitore di energia ed un cordino vincolato ad un punto di ancoraggio fisso; requisiti generali dei sistemi di arresto caduta; tipologie di caduta: Caduta libera, Caduta libera limitata, Caduta contenuta, Caduta totalmente prevenuta; Priorità dei livelli di protezione; Generalità per la scelta dei sistemi di arresto caduta anticaduta; uso dei sistemi anticaduta

Lezione 13: Gli incendi

Principi della combustione; il triangolo del fuoco; combustibile; comburrente; calore; campi di infiammabilità; Reazione al fuoco dei combustibili; esempi di combustibili che determinano diverse categorie di incendi; Fasi dell’incendio; Effetti dell’incendio;

Lezione 14: Le principali cause di un incendio

I Prodotti della combustione: gas di combustione, fiamme, fumo, calore; Le principali cause di un incendio: Cause di origine elettrica, cause derivate dalla negligenza dei lavoratori, cause di origine termica di macchine ed impianti, anomalie di funzionamento di macchine ed impianti, azioni dolose; statistiche settoriali; Le sorgenti di Innesco.

Lezione 15: Prevenzione degli incendi

Quadrilatero del fuoco; le sostanze estinguenti: acqua, schiuma, polveri, gas inerti, idrocarburi alogenati (HALON), agenti estinguenti alternativi all’halon; Procedure operative da adottare in caso di emergenza; il Piano di emergenza; Procedure da attuare in caso di incendio; Procedure per l’esodo.

Lezione 16: Il Rischio da esplosioni

Il Rischio da esplosioni; Direttive Atex: 94/9/CE e 99/92/CE; Protezione da atmosfere esplosive e D.Lgs 81/08

Lezione 17: Il D.M 10 marzo 1998

Il DM 10 Marzo 1998: struttura e articoli principali; Linee guida per la valutazione dei rischi di incendio nei luoghi  di  lavoro: valutazione dei rischi, identificazione dei pericoli di incendio, identificazione dei lavoratori e di altre persone esposte ai rischi di incendio, eliminazione o riduzione dei rischi di incendio,  classificazione del livello di rischio di incendio, adeguatezza delle misure di sicurezza.

Lezione 18: I Dispositivi di Protezione Individuali (DPI)

DPI e D.Lgs 81/08; Tipologie di DPI: Protezione delle vie respiratorie, Protezione degli arti superiori, Protezione degli occhi, Protezione dell’udito,Protezione del capo, Protezione degli arti inferiori, Protezione da cadute dall’alto, Protezione del corpo e della pelle.

Lezione 19.   Gli incidenti stradali

I fattori di rischio: il comportamento e lo stato psicofisico del conducente, le condizioni e la sicurezza dei mezzi di trasporto, fattori ambientali; La distrazione; La stanchezza; L’alimentazione; Le cinture di sicurezza; Le posture e l’ergonomia

 Lezione 20.  Il rumore

Effetti del rumore;  rumore: Definizioni  (Art. 188 D.Lgs 81/08); rumore: valori limite di esposizione e valori di azione (Art. 189 D.Lgs 81/08); rumore: valutazione del rischio; Superamento dei valori inferiori d’azione; Superamento dei valori superiori d’azione; Superamento dei valori limite di esposizione.

 

5. ISCRIZIONE

NOTE PER IL PARTECIPANTE:

  • Effettuare l’iscrizione secondo le modalità indicate in: MODALITA’ DI ISCRIZIONE AI CORSI
  • Le iscrizioni pervenute senza attestazione dell’avvenuto pagamento della quota di partecipazione non saranno considerate valide.

6. ATTIVITA’ DI TUTORAGGIO E MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO

I partecipanti sono assistiti da un tutor on line che ha il compito di guidare ed assistere il partecipante in tutte le fasi del percorso formativo. Il Tutor inoltre costituisce l’interfaccia con il Docente, infatti le richieste da parte dei partecipanti che per la loro natura richiedono un approfondimento di tipo didattico vengono gestiste dal tutor in collaborazione con il docente. Tutte le richieste provenienti dai partecipanti vengono gestite entro le 48 ore.

Compra nel negozio online

ECM24: Rischi Specifici nei Luoghi di lavoro

ECM24: Rischi Specifici nei Luoghi di lavoro

 

Share This Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register